Milano, mostre 2021: cosa non perdersi al rientro dalle ferie

0
1016

Capitale economica e finanziaria del paese, dove il mantra imprescindibile è sempre stato “lavorare”, Milano, col passare degli anni, si è trasformata in una città a tutto tondo, in grado di appagare le esigenze di qualsiasi cittadino o turista. La svolta avvenne negli anni ‘80. Milano divenne la “Milano da bere”, la capitale della movida italiana.

Discoteche, locali alla moda, serate trascorse con un femminile transessuale o una escort di Milano, erano, e sono tutt’oggi, alcuni dei tanti modi per svagarsi e ritemprare lo spirito. Verso la fine degli anni ‘90, però, Milano riscoprì quanto fosse bella e ricca di cultura, iniziando ad attrarre un numero ancor più elevato di turisti provenienti da ogni angolo del pianeta.

Dal’arte russa a Sironi, passando per Donatello e Michelangelo

L’arricchimento della proposta culturale fu caratterizzato da un sensibile aumento delle mostre d’arte, con artisti provenienti da ogni angolo del pianeta e in grado di attirare appassionati da tutto il mondo. Anche in questo periodo estivo, alcune mostre restano aperte al pubblico, ma la città, come il mese di agosto impone, si è svuotata. E i turisti, seppur non totalmente assenti, sono in misura inferiore rispetto ad altri periodi dell’anno.

Vediamo, quindi, quali saranno le mostre disponibili da settembre 2021, quando le ferie saranno solo un ricordo e la maggior parte delle persone potrà concedersi, al massimo, qualche gita o week end lampo fuori porta. A Palazzo Reale, fino al 12 settembre è possibile visitare una delle migliori mostre dedicate all’arte russa: “Divine e Avanguardie”. Un viaggio tra diversi stili e artisti che hanno segnato il Novecento, come Natalia Goncharova, Ljubov Popova, Aleksandra Ekster e Vera Mukhina.

Nella suggestiva cornice del Castello Sforzesco, invece, è possibile visitare la mostra “Il corpo e l’anima”, aperta al pubblico sino al 24 ottobre. Organizzata in collaborazione con il Musée du Louvre, accompagna i visitatori alla scoperta di sculture risalenti all’epoca a cavallo tra il XIV e XV secolo, grazie alla presenza di opere di artisti che hanno indelebilmente segnato la storia dell’arte, Donatello e Michelangelo in primis.

Fino al 31 marzo 2022, invece, il Museo del Novecento esporrà le opere di un grande artista italiano del ‘900: Mario Sironi. Una mostra ricca di opere del pittore di origine sarda, inizialmente tra i principali esponenti del futurismo, che col tempo si avvicinò dapprima alla metafisica per arrivare, in piena maturità artistica, alla grande decorazione murale.

Mostre adatte per tutte le età: Disney, Monet e il grande Realismo Magico italiano

Dal 2 settembre al 13 febbraio 2022, il Mudec sarà protagonista della mostra “Disney, L’arte di raccontare storie”, in grado di avvicinare anche i più piccini al mondo dell’arte: per molti di essi, infatti, potrebbe essere la prima visita ad una mostra d’arte, passione che poi, in seguito, potrebbero coltivare apprezzando le opere di altri grandi artisti. Un omaggio al grande Walt Disney, l’uomo che, più di altri, ha fatto sognare intere generazioni di bambini.

Di grande fascino e pregio è la mostra dedicata a Claude Monet, che sarà possibile visitare dal 18 settembre al 30 gennaio 2022 presso Palazzo Reale, location meneghina estremamente suggestiva. Un’esposizione di oltre 50 dipinti di quello che, universalmente, viene riconosciuto come il maestro dell’impressionismo, realizzata grazie alla collaborazione del Musée Marmottan.

Sempre a Palazzo Reale, dal 19 ottobre 2021 al 17 febbraio 2022, sarà disponibile la mostra “Realismo Magico”, che celebra un movimento che, cento anni fa, ebbe vasta risonanza in tutto il mondo, Italia inclusa. Visitando la mostra si potranno gustare dipinti di grandi artisti come Felice Casorati, Carlo Carrà, Giorgio de Chirico, Massimo Campigli e Achille Funi.