25/07/2024

Tra le città italiane più interessanti dal punto di vista culturale, un posto speciale spetta di diritto a Bologna, non casualmente definita come la “dotta”.

La città felsinea, oltretutto, è ricca di mostre particolarmente suggestive in questo 2023, che sono in grado di appagare gli amanti dell’arte a 360°.

Basti pensare, ad esempio, alle opere di Elisabetta Sirani esposte a Palazzo D’Accursio o la mostra celebrativa dei cent’anni di Ilario Fioravanti, piuttosto che la mostra del Barocco o quella dedicata alla Shoah nel museo ebraico. Insomma, Bologna rappresenta anche nel 2023 un autentico punto di riferimento per gli amanti dell’arte, con una pluralità di proposte come poche altre città nel nostro paese.

Bologna, centro nevralgico del divertimento dell’intera Italia centrale

Non sono pochi coloro i quali giungono nel capoluogo romagnolo da altre città e decidono di trascorrere qualche giornata in quel di Bologna, città che offre infinite opportunità di svago anche in orario serale, polo attrattivo del divertimento notturno dell’intera Italia Centrale soprattutto durante le stagioni meno calde, prima che la movida si sposti, inevitabilmente, verso la zona delle coste marittime.

Le zone dove poter trascorrere piacevoli serate nella città delle Torri degli Asinelli sono davvero infinite,  ancor più gradevoli e interessanti se scopri il piacere con Moscarossa.biz per vivere una serata davvero indimenticabile nelle vie del centro in compagnia di una donna del posto.

Uno dei punti nevralgici del divertimento notturno in terra felsinea è, senza alcun dubbio, il Quartiere Universitario, spesso individuato – per quanto concerne la movida locale – con la celebre Via Zamboni. Questa zona della città è facilmente raggiungibile anche da Piazza Maggiore, luogo di rara bellezza del centro, in quanto dista appena dieci minuti.

Il Quartiere Universitario, il prediletto dagli under 30 felsinei

Via Zamboni, tuttavia, non è l’unico luogo dove poter trascorrere momenti di grande divertimento serale o notturno nel quartiere universitario, che è frequentato, al calar della sera, anche da persone con età anagrafica maggiore rispetto a quella di coloro che frequentano ancora un corso di studi accademico.

Basti pensare, in tal senso, al cospicuo numero di locali presenti in Via delle Belle Arti o, ancor più, ad un autentico snodo cruciale del divertimento del Quartiere Universitario: Piazza Verdi. Questa zona della città consente di poter vivere serate che iniziano con l’aperitivo e si concludono, poi, in qualche locale a ballare o ad ascoltare musica dal vivo.

Un’altra zona dove poter passare l’intera serata in compagnia di amici o conoscenti è, senza alcun dubbio, Via del Pratello, la zona più bohemien della città, che si caratterizza per gli ampi porticati presenti lungo i ben 600 metri nei quali si snoda questa importante via del centro cittadino bolognese.

Via del Pratello, il luogo più amato dai bolognesi

Se escludiamo gli Under 30, che gradiscono maggiormente il summenzionato Quartiere Universitario, Via del Pratello è, probabilmente, la zona più amata dai bolognesi per trascorrere delle serate divertenti e spensierate, nello spirito più autentico e genuino che contraddistingue, da sempre, la gente che vive nel territorio romagnolo.

Via del Pratello è ricca di locali di ogni genere, che possono accompagnare la serate partendo da un semplice aperitivo fino ad arrivare ad ascoltare musica dal vivo fino alle 4 del mattino.

Questa zona, oltretutto, è famosa per l’importante offerta gastronomica, in una città, come Bologna, famosa nel mondo per la varietà e squisitezza dei piatti tipici proposti.

Per chi preferisce, invece, trascorrere una serata dedicata ancora la cultura, consigliamo vivamente di dare un’occhiata a quanto propone il Teatro Comunale di Bologna.

E se vi trovate a Bologna il venerdì sera, non perdetevi l’occasione di poter visitare il Museo Civico Archeologico in orario notturno.