25/07/2024

L’eliminazione del grasso in aree come la pancia può provocare fastidi e dolori, specialmente se si opta per i metodi tradizionali. Grazie alla criolipolisi, invece, si potrà ottenere una pancia piatta senza dover accettare di sottoporsi ad un intervento chirurgico. Ciò viene reso possibile dal sistema adottato da questo trattamento, che sfrutta l’azione del freddo per distruggere le cellule adipose, e per impedire loro di riformarsi. Oggi vedremo dunque cos’è la criolipolisi, come funziona e dove andare a Roma per sottoporsi a questo trattamento di medicina estetica.

Criolipolisi: dove andare a Roma

Ci sono diversi centri di spessore che propongono a Roma, nella lista dei propri trattamenti, anche questo metodo. Uno dei più interessanti è senza ombra di dubbio Juneco, presso il quale è possibile richiedere la criolipolisi a Roma EUR. Lo è per un motivo specifico: in questo centro, infatti, vengono utilizzate le tecnologie più recenti per la distruzione delle cellule adipose tramite il raffreddamento controllato e la cristallizzazione.

Si fa riferimento nello specifico al Lipoconstrast, al CoolSculpting e allo Z-Lipo. Naturalmente, prima del trattamento, si terrà un incontro in cui il medico valuterà le condizioni del paziente, decidendo quale metodo utilizzare. Prima di approfondire il discorso, occorre sottolineare ancora una volta che la criolipolisi è un trattamento non chirurgico, dunque il periodo di degenza post-intervento è brevissimo.

Cos’è e come funziona la criolipolisi

La criolipolisi rappresenta una tecnologia relativamente recente nel panorama dei trattamenti estetici. Come detto, si tratta di una tecnica di eliminazione del grasso che si trova localizzato in zone specifiche del corpo. Si basa sostanzialmente sull’applicazione del freddo per distruggere le cellule di grasso del tessuto adiposo (adipociti), tramite il raffreddamento controllato. Tali cellule sono particolarmente sensibili alle basse temperature: di conseguenza, quando vengono esposte ad un freddo intenso, subiscono un processo noto come apoptosi (morte cellulare programmata).

La criolipolisi, oltre a non essere invasiva, è anche sicura. Il dispositivo, attraverso un manipolo apposito, raffredda l’area scelta fino ad una temperatura che risulta letale per le cellule adipose, ma non per i tessuti circostanti. Questo processo non richiede anestesia e non lascia cicatrici, ed è importante sottolinearlo. Va anche detto che la criolipolisi non è un trattamento da usare con lo scopo di dimagrire, ma semplicemente per appiattire la pancia, per trattare l’interno coscia e per snellire la silhouette.

Perché scegliere la criolipolisi? I vantaggi

Rispetto alla liposuzione, la criolipolisi è un trattamento decisamente più “morbido” e del tutto non invasivo. Non richiede infatti incisioni o anestesia, e soprattutto garantisce dei tempi di recupero molto più veloci, se si fa un paragone con gli interventi chirurgici. Un altro vantaggio è la sua efficacia, dato che la criolipolisi può ridurre il grasso nell’area trattata fino al 20% o 25%. Inoltre, visto che le cellule adipose distrutte non si rigenerano, i risultati sono permanenti, ma bisogna comunque mantenere uno stile di vita attivo e sano. In sintesi, bisogna fare sport e abbracciare una dieta equilibrata, evitando gli eccessi a tavola e la sedentarietà.