Giardino Shabby Chic: i migliori consigli per dare vita a uno spazio romantico e affascinante

    0
    778
    arredo giardino

    Come arredare un giardino Shabby Chic? Sono tantissime le persone che si fanno domande in merito. La cosa è normalissima dato che, quando si ha a disposizione il sopra citato spazio outdoor, non si può fare a meno di curarne l’estetica senza lasciare nulla al caso e lo stile Shabby è uno dei più popolari. Il suo successo ha diverse radici. Da un lato si ha a che fare con un’ottima opportunità di risparmio (come sicuramente sai, il riciclo fa da padrone). Dall’altro, invece, si può apprezzare un’atmosfera a dir poco romantica.

    Se ti stai chiedendo come rendere il sopra citato stile protagonista del tuo giardino, nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare diverse dritte utili al proposito.

    Colori? Chiari e naturali

    Il primo punto a cui fare attenzione quando si parla di come arredare il giardino in ottica Shabby Chic riguarda la scelta dei colori. Le cromie dovrebbero essere il più possibile chiare e naturali. La prima opzione che viene in mente è senza dubbio il bianco. Attenzione, perché c’è molto di più! Da non dimenticare, infatti, è anche la possibilità di mettere in primo piano il beige, una cromia che in outdoor sta benissimo in quanto richiama i colori di alcune piante.

    Come scegliere i materiali

    Quando si arreda un giardino tenendo conto delle linee guida dello stile sopra citato, è molto importante soffermarsi sulla scelta dei materiali. Dato che lo spazio outdoor è per definizione esteticamente più complesso rispetto a quelli interni, è cruciale non esagerare dal punto di vista quantitativo, onde evitare il rischio di creare un fastidioso effetto di ridondanza. L’ideale è mettere in risalto due, massimo tre opzioni. Tra queste non dovrebbero mancare assolutamente il legno e il vimini.

    Come allestire la zona pranzo

    In un giardino arredato in stile Shabby Chic non dovrebbe mai mancare la zona pranzo. Come allestirla? I consigli da considerare sono diversi e uno dei più importanti prevede il fatto di concentrarsi su tavoli e sedie bianchi, un colore che si sposa alla perfezione sia con il verde, sia con i colori più apprezzati quando si scelgono i fiori.

    In questo caso, è molto importante anche la scelta dei cuscini e della tovaglia. Se ci sono fiori di cromie diverse dal bianco, un’idea interessante prevede il fatto di mettere in primo piano un abbinamento studiato.

    Viva il riciclo

    Come già accennato, quando si parla dello stile a cui stiamo dedicando queste righe è centrale il riferimento al riciclo. Nel caso del giardino, lo si può mettere in primo piano recuperando dei vecchi recipienti in latta da utilizzare come vasi (se li si sceglie, è il caso di affiancarli a eventuali elementi d’arredo in ferro battuto).

    Da non dimenticare sono anche le lanterne, che possono essere ricavate da vecchi barattoli di vetro e posizionate sul tavolo della zona pranzo. Un’altra opzione interessante prevede il fatto di appenderle ai rami delle piante, così da dare vita a un’atmosfera super suggestiva. Provare per credere!

    L’area relax

    Nei casi in cui si ha a disposizione un giardino grande, non si può fare a meno di allestire un’area relax. Nel momento in cui la si organizza, è naturale passare in rassegna le opzioni relative ad amache e dondoli. Il primo dei due elementi è particolarmente popolare nei contesti outdoor con mood Shabby Chic e può essere scelto dando spazio a rivisitazione curiose e raffinate. Qualche esempio? L’amaca con i dettagli in pizzo, perfetta per esaltare quel sapore di fiaba che ha sempre il suo perché, ma anche quella in corda, semplice ma personalizzabile mettendo in primo piano qualche cuscino color pastello (per le tinte precise si può dare libero sfogo alla sperimentazione e alla creatività).